Si è concluso con successo il corso di formazione sul Buen Vivir

Corso organizzato da EcoMondo nell’ambito del Bando Cesvot “Percorsi delle idee”

Livorno – Si è concluso con successo il corso di formazione organizzato e promosso dall’associazione di volontariato EcoMondo sul tema “Buen Vivir, una vita in armonia con la natura per superare i conflitti e promuovere la pace”. Ventuno gli iscritti al corso, quindici i volontari che hanno attivamente seguito fino al 24 giugno le 5 lezioni previste sul tema con i docenti esperti e qualificati (Giuseppe De Marzo (portavoce dell’associazione A Sud, attivista, economista e scrittore nonché autore del libro Buen Vivir di Ediesse); Diego Barsotti (direttore del quotidiano online per un’economia ecologica greenreport.it); Marinella Correggia (giornalista e scrittrice impegnata da anni sul fronte dei conflitti socio-ambientali); Andrea Scartazza (dottore di ricerca in ecologia forestale, esperto in attività orticole); Giacomo Razzauti (presidente dell’Associazione Progetto di Livorno); Maurizio Gubbiotti (coordinatore della segreteria nazionale di Legambiente).

Tra le lezioni del corso anche l’open space tecnology coordinato dall’operatore socioculturale dell’Associazione Don Nesi Corea, Stefano Romboli, che ha evidenziato la necessità per i partecipanti di attivarsi su tre fronti: Trasporti merci e persone (per le merci favorire le vie d’acqua come il canali dei navicelli, lo Scolmatore, l’Arno; per le persone favorire il trasporto pubblico locale anche con abbonamenti gratuiti e la bicicletta anche attraverso percorsi scolastici); Uso dell’acqua diffusa anche col recupero dei pozzi per l’uso domestico e miglioramento della potabilità. Diffusione delle fontanelle in città; Gestione rifiuti: incentivare il riuso dei prodotti, ridurre il ricorso agli imballaggi, stimolare la raccolta differenziata e il “porta a porta” al fine di permettere il riciclo dei rifiuti.

Al termine del corso è stato chiesto ai partecipanti di esprimere la propria opinione sulle lezioni. Nel caso specifico del percorso sul Buen vivir, è emerso che i partecipanti erano già sensibili alle tematiche relative al progetto: sapevano cosa fosse il Buen vivir, acquistavano prodotti della filiera corta e biologici, conoscevano i negozi che vendono questi prodotti a Livorno, sono a conoscenza degli orti sociali e dei G.A.S. e alcuni ne fanno anche parte.

Ciascuna lezione è stata ritenuta interessante dalla quasi totalità dei partecipanti; il materiale distribuito è risultato adeguato all’incontro nella maggior parte delle valutazioni. E’ infine emerso il desiderio di promuovere la cultura e le buone pratiche del buen vivir attivando esperienze concrete sul territorio, ispirandosi agli strumenti di educazione popolare, autogoverno, orizzontalità, giustizia sociale, mutualismo, creatività e decolonizzazione del potere: strumenti e pratiche che l’ecologismo dei poveri utilizza per costruire una democrazia della Terra.

L’Ufficio stampa
Associazione Eco-Mondo

Share